Dedicato ad Ernesto Regazzoni

Lettura poetica
David Riondino

Ernesto Ragazzoni è probabilmente il più significativo poeta umoristico italiano, anche se pochi lo conoscono. Una bella riedizione della sua opera è apparsa recentemente per Einaudi, curata da Vassalli. Siamo nella Torino dei primi decenni del novecento, in tempi di guerra, tra D’Annunzio e Gozzano. In quegli anni Ripp compone “Creola dalla bruna aureola”, sempre a Torino. Comincia ad arrivare il peccaminoso Tango. Il giornalista Ragazzoni alterna a serie traduzioni di poemi di Poe filastrocche ed elegie al Verme Solitario, ai Pacifici Lapponi e all’olio di Merluzzo, ai Biliardi che non vogliono più essere verdi, al Lamento delle Locomotive che vorrebbero andare al pascolo….mondi rovesciati, rivolte degli oggetti, solitudini di animali. Tutto fuorchè il civile, lo storico, il sociale. Satirico e lirico insieme, Ragazzoni porta nella letteratura una vena negativa e comica che abita dalle sue parti natie, il misterioso lago d’Orta, la sorprendente Novara. La lettura di Ragazzoni, accompagnata dalla chitarra per alcune poesie da me musicate, con riferimenti a poeti umoristici che a lui molto devono, è una enciclopedia di temi metafisici, affrontati e risolti in maniera improbabile, sorprendente e divertente

Questa voce è stata pubblicata in Spettacoli. Contrassegna il permalink.